CITTÀ VECCHIA (ALL'INTERNO DELLA PIANTA)

CITTÀ VECCHIA (ALL'INTERNO DELLA PIANTA)

STAZIONE

Viene posta la prima pietra per la costruzione della stazione ferroviaria di Cracovia. 1844, e in. 1847 è stata avviata la linea ferroviaria Cracovia-Mysłowice. Il modello in argento della prima locomotiva z 1851 r. (si chiamava “Cracovia”) situato in tut. Museo storico. W r. 1861 questa linea ferroviaria è stata estesa a Leopoli.

PIANTA

Planty Cracovia sono i polmoni della città, costituendo un monumento naturale, numerazione ca. 130 anni. Giardini di questo tipo si trovano solo in poche città europee, ad es.. Göteborg e Hildesheim. A Cracovia furono fondati su un terreno sorto dopo la demolizione (1810—1814) mura difensive. Dopo l'abbattimento delle fortificazioni, l'area è stata livellata in ca.. 1820—1830. Hanno finito 20 ha di superficie e ca. 4100 m di circonferenza (una passeggiata dall'uscita di Planty vicino a Wawel in ul. Stradom, dopo l'accerchiamento della vecchia Cracovia, della durata di circa un'ora, finirà anche a Wawel, in ul. Podzamcze).

Oltre agli alberi domestici - a volte rari come il tasso - e agli arbusti, Molti arbusti esotici crescono a Planty, acclimatato qui. Il Planty in primavera è in tutto il suo splendore. Scoiattoli addomesticati corrono lungo i sentieri e i vicoli. L'aria di Cracovia non favorisce lo sviluppo degli alberi, come dimostra la mancanza di licheni su di loro (non sono "muschiosi".”). Le conifere si sviluppano particolarmente male a Planty. Dai pioppi coltivati, piantato subito dopo l'allestimento dei giardini, nessuno è sopravvissuto; a quanto pare erano tagliati fuori per procurarsi il carburante.

Durante la nostra passeggiata per Planty, ci imbattiamo in una serie di monumenti che la decorano:

Monumento a Straszewski (il lavoro di Stehlik z 1874 r.), obelisco con medaglione ritratto, dedicato a uno dei fondatori di Planty Cracovia, Florian Straszewski, il senatore della città di Cracovia.

Monumento a Michał Bałucki - opera di Błotnicki z 1914 r.

Monumento di Jadwiga e Jagiełło - scolpito da Sosnowski con 1886 r.

Monumento a Lilia Weneda - opera di Dauna z 1884 r.

Monumento a Bohdan Zaleski - Weloński z 1886 r.

Monumento ad Artur Grottger - Il lavoro di Szymanowski ad alto livello artistico; e già vicino a Wawel:

Monumento di Grażyna - opera di Dauna z 1886 r.

Vicino alle restanti mura difensive (Rondel), c'è un bellissimo laghetto con cigni che galleggiano su di esso, chiamato Syrenka e Krakusik - un dono di Varsavia. Nelle serate, una fontana posta nello stagno espelle pennacchi d'acqua, illuminato da faretti colorati.