Teatro Słowacki

Teatro Słowacki

Da qualche parte prima delle sette di sera, la chiesa si è conclusa con i vespri, i cancelli del teatro erano appena socchiusi… (S. Wyspiański, pubblicazione)

Lo spazio di St.. Ducha Street è dominata dal monumentale edificio del Teatr im. Juliusz Słowacki costruito nel 1893 r., che riflette le grandi ambizioni culturali di Cracovia alla fine del XIX secolo. Sulla facciata c'è un'iscrizione scolpita Cracovia, arte nazionale, somigliante, che il teatro è stato costruito grazie ai contributi sociali. Le figure che adornano la facciata sono allegorie della poesia, Il dramma, Commedia, Cantando, Danza, Gioia e dolore. Durante un'interruzione degli spettacoli, il sipario si abbassa, che in realtà è un grande dipinto di Henryk Siemiradzki, su cui turbinano, in linea con l'estetica romantica, personaggi legati in qualche modo al Teatro. La coppia sdraiata liberamente al centro dei gradini è una commedia con l'osceno Stolto. Pachola con le ali dietro di loro è un Genio dell'Arte, che associa il Bene e la Bellezza semi-esposti. A destra, il corteo è seguito da un ballo, Musica e canto. A sinistra, la tragedia della veste nera spezza le braccia lattiginose sull'assassino, L'amore e gli Spettri che li inseguono.

La costruzione di un teatro moderno iniziò con la demolizione del complesso ospedaliero e monastico appartenente all'Ordine Teutonico. La decisione del Consiglio comunale ha suscitato feroci proteste. Jan Matejko ha fatto appello per salvare il complesso storico in Piazza dello Spirito Santo, e quando la decisione di demolire è stata confermata – ha restituito lo scettro del governatore sul campo della cultura, assegnato dalle autorità di Cracovia per servizi eccezionali, io – come dice la leggenda – ha maledetto questo posto come sottratto ai poveri.

È stato selezionato un progetto per l'implementazione, che ha ricevuto il terzo premio nel concorso annunciato. Vincitore di questa onorevole distinzione, Jan Zawiejski, è stato modellato sul Grand Opera House di Parigi. La pietra angolare del nuovo teatro è stata posata dalle eccezionali attrici Helena Modrzejewska e Antonina Hoffmann, e due anni dopo, 21 ottobre 1893 r. il tabernacolo dell'arte è stato ufficialmente aperto.

Anche Stanisław Wyspiański era associato al teatro – uczestniczył w konkursie na projekt teatralnej kurtyny, ha dipinto ritratti recitativi delle principali star di questo palcoscenico e di questo design! arredamento. Ci prova senza successo! diventare regista (ha perso contro Solski), ma sicuramente farà di più! per il teatro come autore del produttore delle commedie qui messe in scena (16 III 1901 r. la prima di The Wedding ha avuto luogo qui, e l'azione di liberazione si svolge sul palco a pl. spirito Santo).

Il pubblico in quel momento era!e molto più piccolo di oggi (poco più di 400 posti a sedere). Per i posti nelle prime file, dovevi pagare due zloty del Reno, e per il posto più economico nella galleria – 20 centesimi.

Il primo direttore del teatro municipale è stato Tadeusz Pawlikowski, che ha creato la principale scena polacca nel paese. Mostre! Przybyszewski, Staffa, Żeromski e Wyspiański. Durante il suo regno, il Teatro ha ospitato la prima proiezione polacca della cinematografia dei fratelli Lumiere (novembre 1896 r.).

Il lavoro di Pawlikowski è stato continuato dai suoi successori – Kotarbiński, Solski, Trzciński, Frycz e Dąbrowski.

Sul palco del. J. Słowacki, una galassia di attori eccezionali interpretati (Modrzejewska, Wysocka, Siemaszkowa, Kaminski, Zelwerowicz, Leszczyński e molti altri). La stella di prima grandezza era Ludwik Solski (regista teatrale in 1905-1913), un attore-leggenda dotato di grande talento e noto per la sua debolezza per gli anniversari. Ne aveva tredici – ultimo in 1954 r. in occasione dell'80 ° anniversario di lavoro sul palco e del prossimo centesimo compleanno. Ludwik Solski è morto 19 XII 1954 r., e il suo corpo fu sepolto nella Cripta del Merito a Skałka, vicino alle tombe di Siemiradzki e Wyspiański.

Oggi, al Teatro Słowacki, puoi ammirare il famoso guardaroba di Solski, sui muri di cui giovani artisti polacchi hanno immortalato le loro visite. Disegni, caricature, autografi, Wojciech Kossak ha lasciato le frasi e i dipinti, Józef Mehoffer, Włodzimierz Tetmajer, Gabriela Zapolska, Stanisław Wyspiański e altri. Durante la seconda guerra mondiale, quando il teatro fu preso dai tedeschi, siamo riusciti a proteggere l'armadio adescando le pareti con vernice lavabile.

In tempo, quando non ci sono prove o spettacoli, il teatro è visitabile sotto la supervisione di una guida (Il guardaroba di Solski, tenda, interni e strutture teatrali;, le domande sono accettate dall'Ufficio Organizzazione del Pubblico), e poi rilassati nella caffetteria Pod Chochołami situata nel seminterrato.

Teatro Słowacki, inizialmente chiamato il Teatro Comunale, è stata per molti anni la tappa più importante della Polonia. Qui sono state allestite le anteprime mondiali dei più importanti drammi polacchi. I padri di Mickiewicz (1901 r.), Kordian Słowacki (1899 r.). I matrimoni di Wyspiański (1901 r.l e The Morality of Pani Dulska Zapolska e opere contemporanee.