Lajkonik

Lajkonik

Il privilegio di organizzare il Lajkonik Pageant, altrimenti Konik Zwierzyniecki, cadde in mano ai muratori di Zwierzyniec. Ogni anno, nell'ottava del Corpus Domini dal cortile del convento norbertino, uno dei muratori vestito con un costume di Lajkonik, circondato dal cosiddetto. clic (musicisti) e tutto il resto del rumoroso entourage. Itinerario di Lajkonika, che richiede ca.. 6 a, corre lungo ul. Kosciuszko, Zwierzyniecka, alla Filarmonica, ulteriormente Franciszkańska, attraverso Piazza Tutti i Santi, Grodzka alla piazza principale. Qui Lajkonik riceve un tributo simbolico dai padri della città e beve una coppa di vino. Quindi esegue una danza efficace con lo striscione, zwany la Cité. Suona anche con il pubblico e con i passanti, colpendoli inoffensivi con la loro mazza, per renderli felici. L'organizzatore di questa performance è il Museo storico della città di Cracovia, che ogni anno presta il prezioso costume di Lajkonik disegnato da 1904 r. di Stanisław Wyspiański.

La tradizione di Konik Zwierzyniecki risale al tempo dell'invasione tartara in 1287 r. Quando i tartari assediarono Cracovia, tra i difensori c'erano le lance, cioè rappresentanti della vecchia corporazione di Zwierzyniec, impegnata nella pesca e nel rafting. I Włóczków uccisero il khan tartaro e grazie a questo gli invasori si ritirarono dall'assedio. In onore della vittoria, il capo del filato si è vestito con un abito da khan e ha guidato trionfante in città. Da allora, la parata di Lajkonik è diventata un punto di riferimento, persino il festival annuale di punta per Cracovia.