Foresta di Wolski

Foresta di Wolski

È possibile raggiungere la foresta di Wolski in autobus # 102, 109, 134, 209, 229, 239, 249, 259, 269. Non ci sono più selvaggina nella foresta, ma ci sono diverse attrazioni da non perdere. Raggiungerli è facilitato da una rete di sentieri segnalati. Il riflesso più vicino nella foresta (od ul. Principe Giuseppe) il. Konarowa c'è una chiesa camaldolese del XVII secolo e un eremo con case eremite nel giardino. I visitatori di sesso maschile possono anche visitare la chiesa, e al monastero, le donne, invece, vanno solo in chiesa e solo quello 12 volte all'anno.

Nel cuore della foresta è stato sistemato negli anni 20. zoo aperto fino ad oggi, con quasi duecentocinquanta specie di animali.

Cresce in alto dalla parte settentrionale dei boschi di Wola 38 m il più giovane tumulo di Cracovia costruito in omaggio al maresciallo Piłsudski 1937 r. La leggendaria riserva conosciuta come Maiden Rocks si estende nelle vicinanze.

Le Maiden Rocks sono una riserva paesaggistica, che protegge, tra l'altro, tali specie vegetali, Come: asfodelo, male giallo, anemone giallo, cuticola rock, interessanti formazioni rocciose e alberi secolari. Gli animali protetti vagano per l'intera foresta: sarny, borsuki, lepri, presse, kuny, donnole, scoiattoli e uccelli canori e rapaci.

Accanto alle Maiden Rocks, nel museo all'aperto, fondato quasi settant'anni fa, si può ammirare una locanda in legno del XVIII secolo. trasferito da Pasieka, ristrutturato (come uno bruciato) chiesa in legno del XVII secolo. e un granaio in legno del XVIII secolo.

La famosa villa rinascimentale Decius del XVI secolo si trova vicino al museo all'aperto. – un imponente esempio di residenza suburbana. Wzniesiono ją według projektu Justusa Ludovicusa Decjusa. Le attività odierne dell'Associazione Villa Decius rimandano alle antiche tradizioni degli incontri delle élite intellettuali e politiche.

L'allevamento di animali selvatici per il piacere di guardarli iniziò durante il regno di re Jagiełło. Due vite, che gli hanno dato i fiorentini, può essere tranquillamente chiamato “Adam e Eve” lo zoo di oggi: “Desiderando ottenere il favore del tuo trono, abbiamo ordinato che un Iwo e la leonessa prendessero il tuo nome, affinché tu possa moltiplicare entrambi i sessi di animali.”