Città ebraica

Città ebraica

Tutti visitano l'ebreo Kazimierz secondo la propria chiave. Qualcuno si sta attenendo alla guida, qualcun altro si lascia trascinare dal groviglio delle strade, spesso tornando nello stesso posto cinque volte. Uno è abbastanza 10 minuti di cammino e si lascia disgustati da regioni "più belle e meno malandate", altri trascorrono lunghe ore qui, quindi, è difficile imporre direzioni o ordine in cui visitare questo strano quartiere. Mezzo rovinato, ha mantenuto la sua atmosfera unica, che suscita emozioni così diverse.

Dal periodo dell'autonomia di Kazimierz, rimasero due importanti attributi della sua urbanità: ex municipio – oggi è la sede del Museo Etnografico, e il mercato – oggi Wolnica Square.

Luminoso, l'edificio angolare del Museo Etnografico è stato eretto nel 1414 r. destinato al municipio di Kazimierz. Dopo averlo ricostruito e ristrutturato, è riuscito a sopravvivere in stile rinascimentale, l'elemento più decorativo di cui è un attico merlato. Dopo che Kazimierz fu incorporato a Cracovia, il municipio perse la sua ragion d'essere e l'edificio fu messo all'asta. Fare 1947 r. ospitava vari uffici e scuole – compresi gli ebrei, successivamente l'ex municipio è stato restituito al Museo Etnografico.

Collezioni del Museo Etnografico. Seweryn Udziela non si annoierà. inoltre – possono ispirare e stupire. Tra oltre 60 mille. delle mostre, l'arte popolare della Polonia è quella più frequentemente presentata. Tra le altre cose, qui è stata raccolta una collezione di costumi popolari polacchi, il più bello (tutti premiati) Presepi di Cracovia e una fantastica collezione di uova di Pasqua. Le stanze successive avvicinano il mondo morente della campagna polacca: Puoi vedere gli interni ricostruiti delle capanne qui, utensili, opere d'arte popolare, oggetti di uso quotidiano. Molti viaggiatori, donando i loro trofei di viaggio al museo, diversificato la collezione con reperti dall'Africa, Sud America, Indonesia.

Dimensioni medievali dell'attuale piazza Wolnica (195 su 195 m), fare XIX w. chiamato la piazza del mercato Kazimierz, eguagliava la piazza del mercato principale di Cracovia. Costruito nel XIX secolo. i nuovi edifici residenziali hanno ristretto la sua area e oggi rimangono solo i ricordi della sala dei panni, il peso dei metalli e numerose bancarelle. Il nome deriva dalla legge, che i residenti locali ricevevano per il libero scambio di prodotti alimentari e artigianato. Plac Wolnica, come al solito, piazze cittadine secondarie, È sempre felice di proteggere gli uccelli blu. Più o meno nel mezzo, accompagnata da due grovigli di salici si erge una fontana intitolata Tre musicisti (Autore: Bronisław Chromy), e i suoi musicisti: trombettista, il violinista e il violoncellista si cimentano con lo scherzo incessante al ritmo dell'acqua che scorre.

Un'iniziativa estremamente ottimista è stata la creazione di 1995 r Ufficio locale “Scaviamo” entro “Piano per la rivitalizzazione di Kazimierz”. L'ufficio fornisce informazioni a entrambi gli investitori, imprenditori, turisti, così come i residenti che vogliono conoscere i piani per la loro strada. L'ufficio ravviva e integra la comunità locale, e sostiene anche iniziative locali e, nell'ambito delle sue attività, organizza eventi come “Albero di Natale in piazza Wolnica”, “balconi fioriti”, partenza dei bambini a Parigi, e pubblica anche il quotidiano locale Praktyczny Kazimierz. L'ufficio si trova in ul. Giuseppe 7.